PianuraToday

Quattordicenne seviziato, il messaggio della nonna: “Non mollare”

Carmela, nonna del piccolo Vincenzo, ha definito "una bestia" chi ha aggredito il nipote. "La famiglia degli aggressori si faccia un esame di coscienza"

Ospedale San Paolo

“Una bestia”, che “deve marcire in galera”: è così che Carmela, la nonna del 14enne seviziato nell'autolavaggio di Pianura, definisce i suoi assalitori.

Vincenzo, la piccola vittima, “non è un ragazzo di strada, va scuola – spiega sua nonna – Chi gli ha fatto male è stato cattivissimo, non era un gioco, l'hanno fatto di proposito. Vogliamo giustizia, ne abbiamo diritto". "La famiglia degli aggressori – aggiunge – si faccia un esame di coscienza".

“Adesso che è fuori pericolo siamo un po' più tranquilli – aggiunge – ma ancora molto preoccupati. È sangue del mio sangue, stiamo lottando tutti, con un po' di sacrifico andiamo avanti”. Ed rivolgendosi a suo nipote: "Non mollare, devi farcela".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Si chiamava Pietro e aveva solo 16 anni: è lui la vittima dell'incidente di Casoria

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento